Calorie in noci canditi

Anche se le noci sono uno spuntino nutritivo, il sistema sanitario della University of Michigan rileva che sono una fonte di grassi sani – le noci candite sono diverse, in quanto contengono zucchero aggiunto. Tuttavia, potete ancora godere di questo spuntino se valutate attentamente i fatti nutrizionali.

calorie

La risorsa nutrizionale on-line MyFitnessPal spiega che ogni 1/4 di tazza di noci canditi contiene 200 calorie. Le informazioni relative alla spesa di calorie a MayoClinic.com osservano che occorrerebbe meno di un’ora di sollevamento pesi per bruciare le calorie in questa porzione di noci candite.

Grasso

Le noci candite sono ricche di grassi – ogni 1/4 di servire le noci candite contiene 17 gr di grasso. Di questo grasso, solo 2g proviene da grassi saturi, mentre il resto viene da grassi insaturi.

carboidrati

Le noci candite sono più alte nei carboidrati rispetto alle noci regolari a causa degli zuccheri aggiunti. Ogni 1/4 di tazza di noci candite contiene 10g di carboidrati, con 8g di zucchero e 2g di fibre.

Proteina

Le noci candite non sono una ricca fonte di proteine. Ogni 1/4 di tazza di servire fornisce 3 g di proteine. MedlinePlus suggerisce di consumare tra 50 e 65 g di proteine ​​al giorno per sostenere la salute.

102,5 febbre in un neonato

La febbre è un aumento della temperatura corporea di base. Le febbre sono parte della risposta dell’organismo all’infezione o all’infiammazione, aiutando il sistema immunitario nella lotta contro i microbi offendenti e indicando quando c’è un processo infiammatorio in corso. La definizione di febbre nei bambini è una temperatura rettale di 100,4 gradi Fahrenheit o superiore. I termometri rettali forniscono la misura più accurata della temperatura corporea nei bambini.

Significato

I neonati sono una popolazione speciale paziente quando si tratta di febbri. Secondo i manuali Merck, i neonati hanno un sistema immunitario poco sviluppato o immaturo, che può predisporre loro gravi infezioni batteriche. Inoltre, a causa della loro età, a volte è difficile individuare l’effettiva fonte della febbre. I neonati non sono in grado di individuare se soffrono di orecchio o di gola e presentano sintomi generali o non specifici sia durante malattie lievi che gravi come febbre, riduzione dell’assunzione orale, irritabilità e letargia.

considerazioni

Un neonato con una temperatura di 102,5 deve essere valutato da un fornitore di salute per determinare la fonte della febbre. Secondo l’Accademia Americana dei Medici di Famiglia, i bambini più piccoli – quelli di meno di due mesi – sono particolarmente pericolosi per infezioni batteriche gravi, come la batteriemia, la presenza di batteri nel flusso sanguigno, l’infezione delle vie urinarie e la meningite , Che è un’infezione dei meningi, il tessuto che circonda il cervello. Nei neonati più vecchi (fino ad un anno di età), il rischio per queste infezioni diminuisce in misura minore.

Valutazione

L’Accademia Americana dei Medici Familiari raccomanda che i neonati con una febbre di 102,5 che non hanno una fonte ovvia per la febbre hanno bisogno di una valutazione per la presenza di gravi infezioni batteriche. I neonati meno di due mesi possono avere bisogno di valutare il loro sangue, l’urina e il fluido spinale. Il fluido spinale è il fluido che circonda il cervello e il midollo spinale, che può essere infettato se il bambino ha la meningite. Durante questa valutazione, i neonati rimangono nell’ospedale che ricevono antibiotici per via endovenosa finché non viene esclusa un’infezione batterica. I neonati più anziani che non appaiono malati possono avere la valutazione come ambulatori, con stretto seguito da parte di un fornitore di servizi sanitari. Se il bambino appare malato, può essere garantito l’ospedalizzazione e una valutazione approfondita.

Prevenzione / Soluzione

Nonostante le preoccupazioni per gravi infezioni batteriche, la maggior parte delle febbre è benigna e non richiede un trattamento. Se il neonato con una febbre di 102,5 è irritabile o disidratata, può beneficiare di una farmaco riducente la febbre. I manuali di Merck raccomandano l’uso di acetaminofene e / o ibuprofene come opportuni rimedi anti-contro per le febbre nei neonati. L’aspirina non è un’alternativa sicura nei bambini, in quanto può interagire con certi virus per causare la sindrome di Reye, una condizione pericolosa per la vita che può causare gonfiore del cervello e danni al fegato. L’Ibuprofen non è raccomandato per i neonati di età inferiore ai sei mesi.

avvertimento

I neonati tra i sei mesi e l’anno di età con una febbre di 102,5 possono avere un attacco febbrile. Secondo l’Istituto Nazionale di Disturbi Neurologici e Stroke, i crisi febbrili si verificano di solito quando la temperatura di un bambino è superiore a 102 gradi F, specialmente durante il primo giorno di una malattia. Questi attacchi sono generalmente innocui e non hanno conseguenze a lungo termine.

70% proteina 20% grasso 10% piano di dieta carbs

Una dieta costituita da 70 per cento di proteine, 20 per cento di grassi e 10 per cento di carboidrati è considerata altamente proteica e basso contenuto di carboidrati. Potresti seguire una tale dieta nel tentativo di perdere peso, ma questo rapporto di macronutrienti non soddisfa le raccomandazioni nutrizionali fatte dall’Istituto di medicina. Ottenere un adeguato numero di calorie su un tale piano è anche impegnativo. Prima di seguire questo piano di dieta estrema, consultare il proprio medico.

Caratteristiche

Una proteina del 70 per cento, il grasso del 20 per cento e il programma di dieta del carb del 10 per cento si concentra principalmente sui prodotti animali magri. Gamberetti, aragoste, bianchi d’uovo, pollo e tacchino e pesci bianchi sono proteine ​​magre che forniscono solo quantità di carboidrati e grassi minimi. Con solo il 10 per cento delle vostre calorie provenienti da carboidrati, è necessario attenersi a piccole porzioni di verdure a basso contenuto di carboidrati come insalata, verdure, peperoni, broccoli e asparagi.

Raccomandazioni sulla dieta sana

L’Istituto di Medicina raccomanda di consumare tra i 45 ei 65 per cento delle vostre calorie giornaliere dai carboidrati. L’istituto raccomanda inoltre di mantenere l’assunzione di proteine ​​tra il 10 e il 35 per cento del totale delle calorie giornaliere. Una dieta con il 20% di grassi soddisfa l’importo minimo raccomandato dall’istituto.

preoccupazioni

Carboidrati forniscono energia per il tuo corpo e supportano il corretto funzionamento dei vostri organi interni – il 10 per cento è estremamente basso. I carboidrati sono anche una fonte di fibre, che aiuta a prevenire la stitichezza e può mantenere i livelli di colesterolo sotto controllo. Una dieta con proteine ​​del 70% contiene due volte la quantità massima raccomandata. Consumare troppe proteine ​​possono tassare i reni e aumentare il rischio di osteoporosi, secondo un rapporto pubblicato da Harvard Health Publications. Questa dieta è anche estremamente limitante, il che significa che non si possono ottenere tutti i nutrienti necessari per sostenere la buona salute. Potrebbe essere difficile ottenere tutte le calorie minime necessarie ogni giorno – 1.200 per le donne, 1.500 per gli uomini.

Piano di esempio

Un esempio di 1,300 calorie con 70% di proteine, 20% di grassi e 10% di carboidrati illustra le limitazioni dei vostri menu. La colazione potrebbe essere composta da 10 bacini d’uovo rimescolati con 3 tazze di spinaci crudi e 1 1/2 once di formaggio di capra. Per uno spuntino di mezza mattina, potresti avere 5 once di tacchino di deli. A pranzo, potrai godere di sei grandi foglie di romaine gettate con 1 tazza di germogli di erba medica e 1 tazza di ravanelli affettati, sovrastati con 4 once di tonno pieno d’acqua e il succo di un limone. Nel pomeriggio, potresti fare snack su 1/2 tazza di petto di pollo arrosto. La cena potrebbe consistere di 1 libbra di gamberetti grezzi, cotta a vapore e servita con 2 tazze di broccoli a vapore.

Una dieta semi-solida

Una dieta semi-solida inizia solitamente tre-quattro settimane dopo una chirurgia di bypass gastrico. È anche indicato come la dieta alimenti morbidi / pura e è la terza fase di ritorno a cibi solidi dopo l’intervento chirurgico. Questa dieta è stata progettata per ritrovare lo stomaco per iniziare a mangiare cibi solidi dopo aver consumato una dieta liquida.

Dopo aver ricevuto l’OK dal medico, potresti iniziare a seguire una dieta semi-solida già da due settimane dopo l’intervento chirurgico. La dieta semi-solida dura circa quattro-sei settimane prima di progredire in una dieta a basso contenuto di grassi alimentari. A seguito di un intervento di bypass gastrico, lo stomaco avrà circa una mezza tazza di cibo alla volta. A causa di questo si dovrebbe mangiare cinque o sei piccoli pasti al giorno di alimenti morbidi e puri. I pasti non dovrebbero avere più di sei once di peso, ed è essenziale masticare e mangiare lentamente. Prendete almeno 30 minuti per consumare tutto il contenuto del pasto.

La dieta semi-solida include alimenti ad alta proteina e basso contenuto di grassi, fibre, calorie e zucchero. Anche frutta e verdura morbide possono essere pureati e inclusi nella dieta. È essenziale ottenere abbastanza proteine ​​subito dopo l’intervento chirurgico per assicurarsi che le ferite si curino correttamente e contribuiscano a preservare il tessuto muscolare, in modo che il peso possa essere perso attraverso il grasso al posto del tessuto muscolare, spiega Frank W. Jackson, M.D., di Jackson Siegelbaum Gastroentrology. Inoltre, perché solo una piccola quantità di cibo viene consumata alla volta, è essenziale integrare con vitamine e minerali per evitare le carenze.

Una dieta semi-solida comprende cibi come uova strapazzate, ricotta a basso contenuto di grassi o carni magre blenderizzate come il tonno o il pollo. Mescolare gli alimenti con acqua, latte senza grasso o brodo per creare una consistenza liscia. Gli alimenti a base di alimenti tesi sono una comoda opzione che i pazienti spesso utilizzano dopo la chirurgia. Inoltre, frutta e verdura morbida possono essere pureati e inclusi nella dieta semi-solida. Inoltre, evitate gli alimenti che sono duri sul tratto digestivo come popcorn, noci, semi, carne ad alto contenuto di grassi o gristle, pane e verdure fibrose, raccomanda DukeHealth.org.

La colazione potrebbe consistere nel rimescolare e mescolare due bianchi d’uovo e un uovo intero. Uno spuntino di metà mattina potrebbe essere una mezza tazza di formaggio a basso contenuto di grassi e un quarto di banana pura. A pranzo, 3 once di petto di pollo miscelato e 1/4 tazza di carote mescolate e cotte. Consumare 1/2 tazza di yogurt a basso contenuto di grassi e basso zucchero per uno spuntino pomeridiano. A cena, prendete 1/2 tazza di tonno e 1/4 tazza di fagiolini fritti, cotti. Uno spuntino serale potrebbe essere 1/2 tazza di budino senza zucchero e basso contenuto di grassi.

Nozioni di base

Semi-Solid dieta

Tipi di alimenti

Piano semi-solido

Scarpe da basket per ridurre il dolore alle gambe

I giocatori di pallacanestro sono particolarmente soggetti a colpi di scivolamento, o dolore lungo il bordo interno dell’osso shin. Fortunatamente, i produttori di scarpe realizzano questo e stanno sviluppando costantemente la tecnologia di supporto e ammortizzazione per aiutare a combattere la vibrazione che causa il dolore. Se le scarpe giuste non ti aiutano, il tuo dolore alla schiena può essere causato da fratture di stress o tendiniti, quindi consultate il medico per una diagnosi definitiva.

Le stecche dello shin sono causate da infiammazione dei muscoli e tendini della gamba inferiore, e lo strato sottile di tessuto che copre la tibia o l’osso di scintillio. La combinazione di movimenti ripetuti e impatto coinvolti nel basket è il principale colpevole, ma può essere esacerbato se si dispone di piedi piatti o archi rigidi o se sono appena tornati alla pratica dopo la stagione fuori stagione. Fortunatamente, il giusto paio di scarpe da basket può mitigare gli effetti della maggior parte di questi fattori.

L’ammortizzazione aiuta ad assorbire l’impatto, impedendo alla vibrazione di salire le gambe. Scegli un paio di scarpe che abbia uno strato spesso di ammortizzazione, anche se dovresti sacrificare una certa leggerezza. L’ammortizzazione in poliuretano è l’opzione più densa e più resistente, ma può aggiungere un peso troppo elevato per alcuni giocatori. L’ammortizzazione EVA regolare è più leggera, ma non durevole, ma può essere compressa per farla durare un po ‘più a lungo. Molte scarpe superiori includono anche l’ammortizzazione specifica del creatore nel tallone e nell’avampiede, che può fornire una protezione supplementare.

Se hai piedi piatti o archi alti e rigidi, il tuo piede non assorbe naturalmente l’impatto correttamente. I piedi piatti tendono a rotolare troppo in alto, e gli archi alti non rotolano affatto – il risultato finale in entrambi i casi è che la vibrazione viaggia fino alla gamba, dove contribuisce alle tue shin stecche. Prova su tante coppie di scarpe che tu puoi, e scegli una coppia con un supporto adeguato. Se si dispone di piedi piatti, cercare le scarpe di controllo del movimento che includono un pannello rigido all’interno del piede per evitare sovrapronazione. Se si dispone di archi molto alti e rigidi, si consideri l’investimento in un paio di ortopedia personalizzata, realizzati appositamente per l’arco personale. Le ortopediche possono essere costose, ma durano molto tempo e potete trasferirle in diverse scarpe.

Cercare le scarpe con una base larga per una maggiore stabilità, specialmente se hai piedi piatti. Una vasta suola quadrata consente di evitare il rollover e contribuisce al controllo del movimento della scarpa. Se si gioca solo in casa, la maggior parte delle scarpe da basket è ottima per te – i piani del gym sono progettati per assorbire qualche scossa, lasciando meno la responsabilità di resistenza agli urti alla scarpa e alla gamba. Se si gioca all’esterno, cercare scarpe con suole in gomma extra-spesse perché l’asfalto e il calcestruzzo trasferiscono più vibrazioni rispetto ai piani di ginnastica, e le tipiche scarpe da basket indoor potrebbero non essere adeguate.

Shin Pain

ammortizzazione

Supporto Arch

Suola

Calamari informazioni nutrizionali

Un fiocco su molti menu antipasto, calamari, che è fatto da frittura a fette di cipolla o intero squid che è stato affettato, può inserire in una dieta equilibrata e salutare. Offre un certo valore nutrizionale, rafforzando l’assunzione di minerali e vitamine e macronutrienti necessari per l’energia. Tuttavia, il calamari contiene anche quantità relativamente elevate di sodio e di colesterolo, perciò dovresti controllare la dimensione della porzione e consumarla solo come un trattamento occasionale.

Calorie e Macronutrienti

Calamari contiene un numero moderato di calorie – ogni porzione di 6 once offre 298 calorie, pari al 15 per cento del consumo giornaliero su dieta da 2.000 calorie. Queste calorie provengono da un mix di 30,5 grammi di proteine, 12,7 grammi di grasso e 13,2 grammi di carboidrati. Il tuo corpo usa carboidrati e grassi per l’energia convertendoli in combustibile utilizzabile per sostenere il tuo metabolismo cellulare. La proteina in calamari nutre diversi tessuti, tra cui i capelli, la pelle ei muscoli.

Selenio e rame

Aggiungere calamari alla vostra dieta come fonte di rame e selenio, due minerali essenziali. Il selenio e il rame agiscono entrambi come antiossidanti, il che significa che combattono i radicali liberi tossici prima che possano danneggiare i tessuti e svolgono un ruolo fondamentale nella funzione del sistema immunitario. Il rame aiuta anche il tuo corpo a utilizzare ferro, e il selenio beneficia della tua ghiandola tiroidea. Una porzione di calamari fornisce 3,6 milligrammi di rame e 88 microgrammi di selenio, più dell’intero requisito di assunzione giornaliera per entrambi i minerali.

Niacina e vitamina B-12

Consumare calamari come fonte di niacina, chiamata anche vitamina B-3 e vitamina B-12. La niacina e la vitamina B-12 aiutano a mantenere il DNA sano impedendo la rottura del DNA, che è un processo che altrimenti metteresti a rischio di instabilità del genoma. La niacina promuove anche il metabolismo delle cellule sane, mentre il B-12 supporta la funzione nervosa e aiuta la crescita dei globuli rossi. Una porzione di calamari vanta 4,4 mg di niacina, pari rispettivamente al 31 e al 28 per cento del quotidiano assunzione di niacina per donne e uomini. Quella servire ha anche 2,09 microgrammi di vitamina B-12, o 87 per cento della dose giornaliera consigliata.

Sodio e colesterolo

Mentre calamari ha i suoi vantaggi, è anche molto alto in sodio, soprattutto se si abbina con salsa marinara. Una porzione di calamari fritti da sola ha 520 milligrammi di sodio, il 35 per cento del limite giornaliero di 1.500 milligrammi raccomandato dall’American Heart Association. Una porzione di calamari con una tazza di salsa marinara contiene 797 milligrammi di sodio, pari al 53% del tuo limite giornaliero. Alimenti ad alto contenuto di sodio, tra cui calamari, sono meglio consumati con moderazione, perché aumentando regolarmente l’eccesso di sodio aumenta la pressione sanguigna, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e danneggia i reni. Calamari è anche elevato nel colesterolo – contiene 442 milligrammi per servazione, che supera il limite di 300 milligrammi stabilito dall’AHA. Fare calamari una parte regolare della vostra dieta avrà un effetto negativo sui livelli di colesterolo nel sangue, dovuto in parte al suo contenuto di colesterolo.

Foglia di banaba per la perdita di peso

Anche se relativamente nuovo nel mondo occidentale, la foglia di banaba è stata usata come un rimedio popolare per trattare il diabete nelle Filippine per diversi anni. Crescendo soprattutto in Cina e nelle Filippine, la foglia di banaba ha recentemente acquisito l’attenzione in Occidente per la sua capacità di abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

Zucchero nel sangue, insulina e guadagno di peso

Secondo Micro Nutra Health Journal, una condizione comune nota come resistenza all’insulina è un importante contributo all’obesità. Glucosio o livelli di zucchero nel sangue causano il pancreas per rilasciare l’insulina. Quando lo zucchero nel sangue è elevato – come attraverso il consumo di pane e spuntini zuccherati – il pancreas rilascia un sovraccarico di insulina nel corpo. L’effetto di avere troppo insulina nel flusso sanguigno per un periodo prolungato può essere dannoso per il corpo e contribuire ad uno sviluppo del diabete. Tuttavia, l’effetto collaterale più comune è l’aumento di peso o l’obesità. Quando i livelli di zucchero nel sangue sono elevati, questo glucosio viene immagazzinato come grasso. Pertanto, ridurre i livelli di zucchero nel sangue ha un effetto diretto sul perdere peso.

L’effetto di Banaba sullo zucchero nel sangue

La foglia di Banaba contiene un ingrediente noto come acido corosolico, che ha dimostrato di avere un effetto sulla diminuzione della produzione di insulina da parte del pancreas. Un altro ingrediente importante nella foglia di banaba è l’acido tannico. In uno studio del 2005 intitolato “L’acido tannico stimola il trasporto del glucosio e inibisce la differenziazione degli adipociti nelle cellule 3T3-L1″, si è concluso che l’acido tannico trovato nella foglia di banaba può essere utile per l’obesità legata al diabete di tipo 2. ”

Attività anti-obesità

In uno studio di Tokyo condotto nel 1999, i topi che sono stati somministrati estratto di banaba hanno determinato una riduzione della cellulosa, del peso corporeo e del peso del tessuto. Questi topi hanno mostrato una riduzione del 65% dei lipidi epatici, dovuta ad una riduzione dei trigliceridi. I lipidi epatici sono correlati alla perdita di peso. Questi risultati suggeriscono che la foglia di banaba ha avuto un effetto benefico sui topi obesi.

Dosaggio

Poiché le piante di banaba non crescono nei paesi occidentali, la foglia di banaba dovrebbe essere presa in forma supplementare. Secondo il giornale Micro Nutra Health Journal, l’assunzione di 8mg a 48mg di foglia di banaba al giorno può aiutare ad un livello significativo di perdita di peso moderando i livelli di zucchero nel sangue.

Secondo il dottor Ray Sahelian, non è stato determinato come i supplementi delle foglie di banaba possono interagire con i farmaci orali presi per il diabete di tipo 2. Coloro che hanno il diabete dovrebbero discutere di prendere la foglia di banaba con il loro medico per vedere se è appropriato per la loro condizione.

Precauzione

Allergia del lievito di birra e rash

La birra viene fatta usando il lievito per fermentare la bevanda, rendendola alcolica. Se si sviluppano reazioni avverse e eruzioni cutanee dopo aver bevuto birra, si dovrebbe smettere di consumare birra fino a che non sia visibile dal medico. Diverse condizioni possono causare la reazione e l’eruzione cutanea, come l’intolleranza alcolica, l’allergia al lievito o l’allergia dei grani. Queste condizioni vengono trattate eliminando la birra dalla vostra dieta e qualsiasi altra bevanda alcolica prodotta con lievito.

L’intolleranza all’alcol, chiamata anche allergia alcolica, è un’incapacità di digerire il lievito o altri ingredienti nella birra. I sintomi più comuni descritti da MayoClinic.com includono la sciacquatura della pelle, la congestione e l’asma. La condizione è ereditaria e viene causata perché il corpo non è in grado di abbattere l’alcool. Le reazioni che si verificano dall’intolleranza all’alcol possono essere causate da altri ingredienti, come grani, sostanze chimiche o conservanti. Non esiste alcuna cura per l’intolleranza all’alcol.

Il lievito di birra viene utilizzato per fare birra, che può causare reazioni allergiche in persone con allergie al lievito o allergie di muffe. Anche se la maggior parte dei casi di allergie di stampo si riferiscono a particelle di muffa in aria, i funghi e lo stampo sono parte della stessa famiglia e possono causare una reazione allergica dalla birra ingerente, secondo la Cleveland Clinic. Se si è diagnosticati un’allergia di stampi, è necessario evitare anche altre bevande alcoliche, formaggi stagionati e frutta secca.

L’allergia del grano è causata dalla presenza di alcune proteine ​​presenti nei granuli. La birra può essere fatta da vari cereali, tra cui orzo, grano e segale. Se si dispone di una allergia nota a uno o più granuli, si dovrebbe evitare di consumare birra. Un’allergia del grano causa una reazione del sistema immunitario esagerata che provoca il corpo a produrre diversi prodotti chimici nel corpo, ad esempio gli anticorpi anti-istamina e immunoglobulina E. Le allergie di grano possono causare eruzioni cutanee, asma, complicanze digestive e sintomi cardiovascolari. Chiamare il medico se sviluppa una frequenza cardiaca rapida, l’incapacità di respirare o il gonfiore del viso.

I rash sono un sintomo comune delle allergie alimentari. I rash più comuni che possono svilupparsi sono orticaria, eczema e irritazione cutanea generale. Le reazioni allergiche della pelle sono il risultato di una maggiore istamina nella pelle che provoca gonfiori e irritazioni. L’orticaria forma in gruppi di welts ovunque sul corpo. Sono estremamente pruriti e possono migrare da un’area del corpo all’altro in pochi minuti. L’eczema è una condizione cutanea che può essere attivata da una allergia al lievito di birra. Blister causati da eczema può rompere, piangere e crosta sopra.

Intolleranza alcolica

Allergie al lievito e ai funghi

Allergia del grano

eruzioni cutanee

Dieta equilibrata per un atleta

Una dieta equilibrata fornisce le sostanze nutritive necessarie per una salute ottimale. Gli atleti devono ingerire non solo la quantità appropriata di calorie ma anche il tipo corretto. Le diete equilibrate comprendono un’ampia varietà di proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali. Gli atleti e quelli che sono molto attivi fisicamente devono assumere una maggiore quantità di calorie rispetto a quanto suggerito come l’assunzione calorica standard.

calorie

Gli atleti maschili e femminili richiedono un aumento dell’alimentazione calorica per soddisfare le esigenze energetiche dell’attività quotidiana e dell’esercizio quotidiano. Le raccomandazioni sulla caloria USDA suggeriscono ai ragazzi attivi da 26 a 50 anni di consumare 2.200-2400 calorie giornaliere e maschi attivi per consumare 2.800-3.000 calorie giornaliere. Le calorie supplementari devono essere bilanciate aggiungendo alimenti da fonti di carboidrati, grassi e proteine.

carboidrati

I carboidrati sono essenziali per le prestazioni atletiche. Il corpo contiene carboidrati come glicogeno nel fegato e nei muscoli. Il corpo converte il glicogeno memorizzato in energia durante l’esercizio fisico. Secondo l’apporto di riferimento dietetico, un 50-55% di calorie giornaliere consigliato dovrebbe provenire da fonti di carboidrati. Gli atleti devono assumere carboidrati semplici e complessi. I carboidrati possono essere trovati in pane, pasta, frutta, verdura e prodotti a base di latte a basso contenuto di grassi. Secondo l’USDA, le porzioni consigliate comprendono sei a 11 porzioni di grano, da tre a cinque porzioni di verdure, da due a quattro porzioni di frutta e da due a tre porzioni di latticini.

proteine

L’assunzione di riferimento alimentare stabilito da USDA consiglia di mangiare una dieta compresa tra 10 e 35% di proteine. Merck suggerisce che gli adulti dovrebbero mangiare.8 g per chilogrammo di peso. Alcuni atleti hanno bisogno di più proteine ​​per soddisfare le esigenze di recupero degli esercizi. La proteina è necessaria per la riparazione del tessuto muscolare, la costruzione della massa muscolare, la creazione di ormoni e aminoacidi e la funzione immunitaria. La proteina viene anche utilizzata come fonte di energia quando i carboidrati non sono disponibili. La proteina può essere ottenuta dal mangiare carni, pesce, tofu, formaggi a basso contenuto di grassi, latte a base di grassi, noci, fagioli e legumi. La piramide guida alimentare suggerisce due o tre porzioni di carne e fagioli ogni giorno.

grassi

I grassi forniscono al corpo energia quotidiana. I grassi sono la forma più efficiente di energia utilizzata dal corpo durante attività a bassa intensità. I grassi vengono utilizzati anche nella produzione di ormoni. Un grammo di grasso fornisce al corpo nove calorie, pari a due volte di 1 g di carboidrati o di proteine. Gli atleti dovrebbero pianificare diete con meno di 30 per cento di grassi totali e 10 per cento o meno di grassi saturi. Gli atleti devono scegliere cibi con acidi grassi omega-3 e acido oleico. Una dieta troppo elevata di grasso lo conserverà come energia nel tessuto adiposo. Per prevenire lo stoccaggio in eccesso di grassi, evitare grassi saturi, grassi trans e colesterolo.

Vitamine e minerali

Una dieta che incontra le raccomandazioni sulla piramide della guida alimentare per livelli adeguati di età e attività dovrebbe fornire agli atleti la necessaria somministrazione quotidiana di vitamine e minerali. Gli atleti femminili a rischio di anemia potrebbero aver bisogno di aumentare l’assunzione di ferro aggiungendo verdure a foglia verde supplementare, carni rosse o integratori di ferro.

Uno dei nutrienti più importanti è l’acqua. L’acqua è spesso trascurata ma deve essere parte integrante della dieta di un atleta. I liquidi sostituiscono l’acqua persa da sudorazione durante l’esercizio fisico. Possono essere necessari otto o più bicchieri d’acqua al giorno per un’adeguata idratazione.

acqua

Una sensazione di fluttuazione o di tosse nel torace

Una sensazione di fluttuazione o di tosse nel petto è medicamente indicata come fibrillazione atriale, che è un tipo di disturbo del ritmo cardiaco noto come aritmia. Una fibrillazione atriale provoca un basso flusso di sangue al resto del corpo, e mentre la condizione stessa non è pericolosa per la vita, è considerata un’emergenza medica perché può portare a gravi complicazioni.

Fisiologia

Il cuore contiene un pacemaker naturale denominato sinoatrial o SA, nodo. Il nodo SA emette un impulso elettrico che segnala il cuore a contrarsi. In circostanze normali, il cuore batte in un ordine specifico, permettendo che il sangue scorra attraverso il corpo senza complicazioni. Nei soggetti con fibrillazione atriale i segnali elettrici sono caotici e anormalmente rapidi. Ciò provoca che le due camere superiori del cuore si contraggono irregolarmente e troppo rapidamente, causando una sensazione di battito nel torace. Quando le camere superiori battono troppo in fretta, le camere inferiori non possono rimanere in sincronia con loro. Di conseguenza, il sangue si accumula nelle camere superiori del cuore, o dell’atria, e non viene pompato nelle camere inferiori o nei ventricoli.

Cause e fattori di rischio

La fibrillazione atriale si verifica a causa di danni fisici al sistema elettrico del cuore. Questo danno è spesso causato da una malattia coronarica o da una pressione arteriosa alta, secondo il National Heart, Lung and Blood Institute. Altre possibili cause di fibrillazione atriale includono difetti cardiaci congeniti, anomalie nelle valvole cardiache, malattie polmonari e infezioni virali. Il rischio di sviluppare una fibrillazione atriale aumenta con l’età e in coloro che fumano o abusano di alcool. La storia familiare svolge anche un ruolo nel rischio di sviluppare una fibrillazione atriale.

Sintomi

Oltre a una sensazione di fluttuazione o di tosse nel petto, altri sintomi di fibrillazione atriale includono palpitazioni cardiache, mancanza di respiro, confusione, vertigini, lightheadedness, svenimenti e stanchezza. Medline Plus osserva che i sintomi potrebbero cominciare o cessare bruscamente perché una fibrillazione atriale spesso inizia e torna normalmente da solo.

Trattamento

Il trattamento per una fibrillazione atriale dipende dalla gravità dei sintomi e dalla causa della fibrillazione. In situazioni di emergenza possono essere utilizzati shock elettrici o farmaci per via endovenosa per ripristinare il ritmo normale del cuore. Per la gestione di una fibrillazione atriale, i farmaci giornalieri sono spesso prescritti che il lento battito cardiaco lento e impediscono la fibrillazione atriale di tornare. Quando i farmaci non sono efficaci o la condizione ha un elevato rischio di causare gravi complicazioni, una procedura chiamata ablazione radiofrequenza potrebbe essere fatta. Durante questa procedura, i segnali elettrici vengono inviati ad aree specifiche del cuore attraverso elettrodi per distruggere le zone che causano la fibrillazione atriale. La maggior parte delle persone che subiscono un’ablazione a radiofrequenza avrà bisogno di un pacemaker permanente, secondo Medline Plus.

complicazioni

Il ritmo anomalo della fibrillazione atriale può causare il sangue di raggruppamento nell’atria e formare coaguli di sangue. Questi coaguli di sangue possono viaggiare nel cervello e bloccare il flusso sanguigno, causando un ictus. La fibrillazione atriale non controllata può anche indebolire i muscoli del cuore e provocare insufficienza cardiaca.