Bikram yoga e allattamento al seno

Bikram yoga è una serie di 26 posture hatha yoga sviluppate da yogi Bikram Choudhury. È progettato per essere eseguito in una stanza riscaldata ovunque da 80 a 120 gradi Fahrenheit. Gli aderenti del Bikram sostengono che l’alta temperatura rilassa i muscoli e le articolazioni, permettendo al corpo di muoversi più profondamente nelle posture e liberando le tossine attraverso il respiro e il sudore. La pratica yoga di Bikram si concentra sulla mobilitazione e la protezione della colonna vertebrale e, se praticata correttamente, deve essere sicura o benefica durante l’allattamento, purché seguano alcune semplici linee guida.

Se sei subito postpartum, probabilmente non sei pronto per una pratica così vigorosa come la sequenza Bikram. I tuoi seni possono essere ingoiati con il latte, rendendo difficile eseguire curve in avanti o appoggiarsi sul tuo stomaco, entrambi che fanno parte della sequenza Bikram. I muscoli del pavimento pelvico saranno molto più deboli del normale e i muscoli dell’addome e dei fianchi potrebbero non fornire il maggior sostegno di una volta. Questa forza tornerà, ma ci vuole tempo. Praticare esercizi di Kegel – schiacciando i muscoli del pavimento pelvico – a intervalli sempre più lunghi, prendere lunghe passeggiate e essere pazienti.

Il tuo corpo passa attraverso alcuni cambiamenti profondi che portano e danno alla luce un bambino. Molti professionisti sanitari consigliano di aspettare fino a sei o otto settimane dopo il parto prima di intraprendere qualsiasi esercizio fisico. Altri dicono che se la tua consegna non era semplice, potresti iniziare non appena ti senti pronto. Chieda al medico o all’avvocato se è sicuro partecipare ad una pratica yoga riscaldata e informi il tuo istruttore di yoga che sei postpartum e allattamento al seno, potrebbe essere in grado di fornire alcune modifiche. Facile per le vostre prime classi – abituare al caldo dovrebbe essere il tuo primo passo. E ‘sempre giusto semplicemente sdraiarsi sulla schiena e riposare durante una classe Bikram.

L’allattamento al seno richiede che rimanga sani e idratati. Istituti Nazionali di Salute raccomandano di bere almeno 6 – 8 bicchieri di acqua di 8 once all’acqua al giorno. L’Università di Rochester Medical Center raccomanda 12-14 bicchieri al giorno durante l’allattamento al seno. Yoga di Bikram può causare sudorazione eccessiva. Dovresti aggiungere almeno 2,5 tazze di liquidi per ogni sessione che ti stai frequentando: molti studenti di Bikram bevono una bottiglia di acqua di ghiaccio durante un corso di una classe. Considerate una bevanda che contiene elettroliti per sostituire quelli perduti nel tuo sudore. Shari Waxman del “Yoga Journal” descrive i segni di esaurimento del calore come un tasso di impulso elevato, vertigini, nausea, confusione, crampi e debolezza muscolare. Se nota uno di questi sintomi, sdraiarsi. Se persistono più di un minuto o due, lasciare immediatamente la stanza, sdraiarsi in una zona più fredda e chiedere aiuto.

Le voci abbondano che l’esercizio riduce le sostanze nutritive essenziali nel latte materno o aumenta l’acido lattico nel latte materno, causando il bambino a rifiutarlo a causa del suo sapore. Il comitato di ostetricia pratica clinica del Canada e l’associazione australiana per l’allattamento al seno riferiscono che l’esercizio moderato non ha effetti osservabili sulla qualità o sulla quantità di latte materno. Per un’attività più vigorosa come Bikram yoga, allattare al seno o pompare poco prima della pratica, per renderla più comoda per te. Se il bambino sembra avverso al latte dopo un esercizio fisico vigoroso, considera di pompare e scartare il latte 30 minuti dopo. Dopo circa cinque mesi, l’esercizio avrà meno effetto, in quanto il suo latte sarà prodotto principalmente su richiesta – a tempo di alimentazione.

Inizia lentamente

Prendi la luce verde

Evitare la disidratazione

Che cosa circa il mio latte?