Informazione nutrizionale del fieno di erba medica

Alfalfa è un legume perenne apprezzato dai produttori di bestiame per il suo elevato contenuto di nutrienti. Crescita in tutto il mondo, il fieno di erba medica viene utilizzato per nutrire una varietà di animali, tra cui mucche, cavalli, pecore e capre, e un banco di erba correttamente gestito può produrre fieno di qualità per più di cinque anni.

Storia

Il fieno di Alfalfa ha una lunga storia e il suo stabilimento geografico ha seguito la via degli eserciti e degli esploratori. I persiani introdussero l’erba medica in Grecia nel 490 aC. Quando hanno piantato il raccolto per fornire cibo per i cavalli e il bestiame dell’esercito persiano. Alfalfa si diffuse in Italia dal primo secolo dC, e gli scrittori Virgilio e Pliny documentarono istruzioni sulla gestione delle colture di erba medica. Alfalfa è stata fondata in Spagna dall’ottavo secolo dC, probabilmente durante un’invasione moresca. Gli spagnoli hanno portato la coltura in Nord e Sud America durante le loro esplorazioni del XVI secolo.

usi

Alfalfa ha una varietà di usi come alimento nutrito per il bestiame. Il governo di Manitoba afferma che l’erba medica fornisce una coltivazione efficace durante la stagione crescente. Viene anche tagliato e utilizzato in balle di fieno rotonde o quadrate per nutrire il bestiame durante l’inverno. Alfalfa è incluso nell’alimentazione del bestiame come il silaggio, i cubi e il pasto.

Nutrizione

I produttori di bestiame necessitano di fieno che garantiscono valori elevati di proteine, energia e minerali, garantendo un basso contenuto di fibre per garantire un rapido assorbimento dei nutrienti da parte dell’animale. Secondo l’Università di Nevada Cooperative Extension, il fieno di erba medica per i bovini da latte fornisce un livello medio di proteine ​​grezze del 18 per cento con un livello di fibra del 23 per cento. Alfalfa cresciuto per bovini da carne bovina fornisce 15 per cento di proteine ​​grezze e 28 per cento di fibre. Questo confronta con un livello medio di proteine ​​grezze del 10 per cento e un livello di fibra del 31 per cento rispetto ad altre erbe fecondate. Alfalfa fornisce nutrienti chiave come il calcio, il magnesio e il potassio. A seconda dei livelli di nutrienti nel pascolo in cui è cresciuta la coltura, il fieno di erba medica può fornire alti livelli di vitamine A, D, E e K; selenio e riboflavina e niacina.

Raccolta

Il fieno deve essere raccolto in tempi specifici per massimizzare il suo contenuto di nutrienti e livelli di umidità che influenzano la palatabilità del fieno. L’Università di Missouri Extension raccomanda la raccolta di pascoli di fieno di erba medica a base di emergenza del fiore. Per i campi di erba medica stabilita, prendete le prime due cuciture in maggio e giugno quando i fiori sono ben oltre la fase di gemma e cominciano a fiorire. Se le condizioni meteorologiche permettono, prendete ancora due tagli a intervalli di 35 giorni durante la stagione di crescita. Per il primo anno di fieno di erba medica, attendere che i fiori della pianta raggiungano la fase a metà e piena fioritura per prendere il primo raccolto e attendere che i fiori appaiano a fare successivi tagli.

Avvertenze

Il governo di Alberta osserva che il fieno di erba medica può causare gonfiore nel bestiame. Il blocco si verifica quando un mangime animale lo provoca per produrre più gas nel tratto digestivo di quanto non possa espellere. Troppi gas possono inibire il processo digestivo e in casi estremi causare la morte. Per evitare il gonfiore, introducete lentamente gli animali al fieno di erba medica e limitate la quantità di razioni di grano nella dieta fino a circa il 35%.