43 e cercando di rimanere incinta

Una donna che vuole rimanere incinta all’età di 43 anni negli Stati Uniti non è solo. I centri per la prevenzione e la prevenzione delle malattie riportano che 9,9 su ogni 1.000 donne tra i 40 ei 44 anni ha consegnato un figlio nel 2008. La decisione di concepire, portare, consegnare e nutrire un essere umano in età adulta ha conseguenze gravi a qualsiasi Età, ma a 43 ulteriori sfide sono presenti prima e dopo la concezione.

Chi sta tentando di concepire a 43 anni

Il termine usato dagli ostetrici per le donne di età superiore ai 35 anni che concepiscono per la prima volta è il primipara anziano, ma il 43enne nel 2010 potrebbe sentire qualcosa di più che anziano. Ha probabilmente completato un collegio, se non uno o più gradi, costruito una carriera professionale e sia sposata alla fine della vita o ha scelto di non sposarsi, secondo il Pew Research Council.

Infertilità a 43

Secondo l’Associazione per la medicina riproduttiva, la probabilità che una donna di 40 anni concepisce il rapporto sessuale in un determinato mese scenda all’1% all’età di 43 anni. Inoltre, la fertilità negli uomini diminuisce del 3 per cento all’anno dopo l’età di 24 anni, secondo i ricercatori di Bristol, Inghilterra, nel numero di riproduzione umana dell’agosto 2000, in modo da una coppia più anziana comporrà i propri rischi di sterilità.

Preconception Health

Per le donne di età superiore ai 40 anni, portare la propria salute al suo livello ottimale prima della concezione è il modo migliore per aiutare a prevenire alcune delle complicazioni associate a una gravidanza successiva. L’ACOG raccomanda di raggiungere un indice di massa corporea inferiore a 25 e di garantire che gli studi di laboratorio e la pressione sanguigna siano entro i livelli raccomandati prima di tentare la concezione.; Mammogrammi sono raccomandati ogni uno o due anni per le donne sopra i 40 ei farmaci di infertilità aumentano il rischio Di un tumore in via di sviluppo. Pertanto, è opportuno avere un mammogramma prima di concepire. Tutti i farmaci oi prodotti over-the-counter dovrebbero essere discussi, in dettaglio, con l’ostetrico a decidere se la medicina è necessaria e sicura durante la gravidanza e l’allattamento. Quindi i registri di vaccinazione devono essere controllati insieme a quelli del padre per assicurarsi che entrambi i genitori saranno aggiornati quando il bambino è nato. Infine, l’avvio di vitamine prenatali tre mesi prima di tentare di concepire riduce il rischio di difetti del tubo neurale.

Tecnologia assistita di fertilità

AFT è come quasi tutte le donne di 43 anni negli USA concepiscono. La fecondazione in vitro è la concezione di embrioni al di fuori del corpo, sia con le uova della donna o con uova da donatore. In passato 41 anni, l’uso di un uovo donatore è normalmente consigliato. In questo modo si elimina l’aumento del rischio di cancro al seno associato all’iperstimolazione delle proprie ovaie. In vitro, utilizzando le uova di una donna oltre i 42, si ottiene solo una probabilità di concepimento dell’8,8 per cento e una probabilità di 6,8 per cento di nascita viva per trasferimento. Società per la Tecnologia Riproduttiva Assistita, o SART. L’utilizzo di un donatore per la fonte delle uova aumenta le probabilità di successo tra il 37 e il 50 percento.

Disturbi genetici

Secondo le statistiche di ACOG, il rischio di concepire un figlio con un’anomalia cromosomica all’età di 43 anni è di 1:33 rispetto a un rischio di 1: 356 all’età di 20 anni e 1: 192 all’età di 35 anni. La diagnosi di un disordine genetico consente ai genitori di Consegnare in un ambiente ad alto rischio e prepararsi emotivamente per la consegna del loro bambino, ma la medicina non può curare la sindrome di Down o uno qualsiasi degli altri disturbi cromosomici e la maggioranza dei genitori che affrontano la diagnosi di un grave anomolo della nascita eleggerà di interrompere la gravidanza, Secondo l’ACOG.