Ansia e impulso

Secondo gli Istituti Nazionali di Salute (NIH), un episodio di ansia può verificarsi un rapido impulso o aritmia. Un impulso normale o una frequenza cardiaca è tra 60-100 battiti al minuto. Se un individuo ha una frequenza cardiaca di riposo più veloce di 100 battiti, possono verificarsi tachicardia, che può derivare da una varietà di condizioni mediche e spesso è associato con stress, ansia e paura.

Stress e ansia

Gli Istituti Nazionali di Salute notano che lo stress e l’ansia derivano da una sensazione di nervosismo, di preoccupazione o di paura. Quando la preoccupazione e l’ansia creano, mettono lo stress sul corpo di un individuo, producendo livelli più alti di ormoni dello stress. Questi ormoni provocano sintomi come irrequietezza, insonnia e stanchezza, e questo processo spesso causa un ciclo che produce livelli più alti di ansia.

Attacchi di panico

Un attacco di panico è una forte risposta fisica a una paura o una preoccupazione. Istituti Nazionali di Salute notano che molti individui che hanno attacchi di panico possono sbagliarli per attacchi di cuore perché hanno un impulso maggiore che spesso è accompagnato da dolori al torace o vertigini. Una persona che sperimenta un attacco di panico può improvvisamente sentire che il suo cuore è in corsa e si sentirà un intenso senso di paura o intorpidimento nelle mani o nei piedi. Istituti Nazionali di Salute osservano che gli attacchi di panico possono verificarsi senza un chiaro innesco, in modo che i pazienti spesso non si rendono conto che stanno provando ansietà e si sentono che essi hanno un’emergenza medica.

Fattori di rischio per ansia e frequenza cardiaca rapida

Gli Istituti Nazionali di Salute osservano che la genetica svolge un ruolo importante in ansia e attacchi di panico. Anche se non è chiaro esattamente ciò che provoca alcuni individui a provare disturbi d’ansia, gli esperti medici hanno collegato questi disturbi ad abuso di sostanze, abuso di alcol e depressione. Il consumo di alcool può ridurre i livelli di vitamina B-12 di un individuo e questa carenza di vitamina è spesso legata a livelli più alti di ansia e stress.

Esami e prove

Un individuo che sta vivendo una frequenza cardiaca rapida può avere un esame medico e test diagnostici come l’elettrocardiogramma o un ecocardiogramma. Questi test diagnosticano eventuali problemi cardiaci che possono causare palpitazioni. I medici degli Istituti Nazionali di Salute notano che gli individui con una buona funzione cardiaca possono avere palpitazioni e in molti casi questi episodi sono legati all’ansia e allo stress, piuttosto che a malattie cardiache o attacchi cardiaci.

Trattamento di ansia e frequenza cardiaca rapida

Secondo gli Istituti Nazionali di Salute, gli individui con ansia e attacchi di panico possono prevenire episodi di frequenza cardiaca irregolare evitando stimolanti come la caffeina, mangiare una dieta sana, non fumare e utilizzare tecniche di stress come la respirazione profonda e la meditazione. In alcuni casi i pazienti possono beneficiare della psicoterapia per aiutarli a identificare le fonti di stress nella loro vita. Gli esperti presso gli Istituti Nazionali di Salute inoltre notano che una varietà di farmaci psicotropi possono essere utilizzati per controllare l’ansia e ridurre l’incidenza di attacchi di panico e di frequenza cardiaca rapida.