Fatica surrenalica e basso progesterone

L’affaticamento surrenale non è una diagnosi medica convalidata, ma piuttosto una teoria che ha guadagnato trazione tra alcuni operatori sanitari. Noto anche come esaurimento o insufficienza surrenalica, la stanchezza surrenale si riferisce ad una condizione in cui elevati livelli di stress sostenuto diminuiscono il corretto funzionamento delle ghiandole surrenali. Il progesterone è un ormone sessuale che dipende dal DHEA, uno steroide secreto nella ghiandola surrenale, e bassi livelli possono essere influenzati o contribuire alla fatica surrenalica.

Le ghiandole surrenali

Le ghiandole surrenali siedono come due piccoli cappelli in cima ad ogni tuo rene. La funzione primaria degli adrenals è la produzione degli ormoni cortisol e adrenalina, che vengono rilasciati in livelli più alti durante la risposta “stress o pericolo” del corpo “combattimento o volo”. Questi ormoni sono essenziali per la sopravvivenza e livelli bassi servono uno scopo vitale di protezione. Tuttavia, quando le condizioni di stress cronico e ansia stimolano il rilascio prolungato del cortisolo e dell’adrenalina nel flusso sanguigno, i livelli elevati possono danneggiare la salute e contribuire a gravi problemi, come la pressione sanguigna elevata e un aumento del rischio di infarto e ictus.

Fatigue surrenale

L’affaticamento surrenale descrive una teoria che i livelli sostenuti di stress elevato esauriscono le ghiandole surrenali e comportano un funzionamento sub-ottimale. Secondo il dottor Michael Lam, esperto di affaticamento surrenale, la condizione è associata a sintomi di fatica pronunciata, indicazione della motivazione, depressione dell’umore, alterazione dell’appetito e generalizzazione della debolezza.

Basso progesterone

Oltre alla produzione di cortisolo e adrenalina, le ghiandole surrenali ospitano anche lo steroide cruciale DHEA, noto chimicamente come deidioepiandrosterone. DHEA svolge diversi ruoli vitali nella salute, compreso il metabolismo del colesterolo per rendere gli ormoni sessuali progesterone, estrogeno e testosterone. Come si invecchia, i livelli di DHEA nel corpo diminuiscono naturalmente, insieme alla produzione di ormoni sessuali. Il basso livello di progesterone colpisce le donne in post-menopausa, nonché le donne sottoposte ad isterectomia, ma nei sintomi della popolazione riproduttiva includono sintomi irregolari, mestruazioni mestruali pesanti, tenerezza del seno e oscillazioni d’umore.

Bassa progesterone e fatica adrenale

Il rapporto tra fatica surrenalica e livelli di progesterone potenzialmente corre in due direzioni. L’affaticamento surrenale può influenzare la quantità di DHEA secreta negli adrenals, riducendo così la capacità del corpo di metabolizzare gli ormoni sessuali e di produrre livelli normali di progesterone. Al contrario, la produzione di progesterone ridotta nelle ovaie può diminuire la quantità di cortisolo e adrenalina prodotta nelle ghiandole surrenali.

Per le donne in post-menopausa o coloro che sono stati sottoposti ad una isterectomia, la terapia sostitutiva dell’ormone può aumentare i livelli di progesterone e ridurre i sintomi di insufficienza ormonale. Tuttavia, esistono numerosi dati per suggerire che questo corso dovrebbe essere perseguito con cautela, in quanto la terapia sostitutiva ormonale è stata documentata per aumentare il rischio di cancro al seno, malattie cardiache e ictus. Per affrontare l’affaticamento surrenale, il dottor Michael Lam raccomanda un corso combinato di riduzione dello stress e modificazione dietetica per aiutare a ripristinare il normale funzionamento surrenale. Per una panoramica completa delle sue raccomandazioni sullo stile di vita, si prega di consultare il suo sito web di Adrenal Fatigue Center.

Secondo il dottor Todd Nippoldt presso la Mayo Clinic, i sintomi comunemente associati alla stanchezza surrenalica possono essere simili a altre condizioni sanitarie, come la depressione o la fibromialgia. Se si verificano livelli estremi di stanchezza, debolezza o cambiamento improvviso dell’appetito o della libido, consultare il proprio medico per discutere di possibili diagnosi e opzioni per la terapia e la modifica dello stile di vita.

Trattamento

Attenzione