Sanguinamento anormale dopo un aborto

Sanguinamento vaginale anormale può verificarsi dopo un aspirazione, un aborto manuale o un farmaco. Tutte le donne sono avvertite di essere alla ricerca di sanguinamento vaginale anomalo dopo l’aborto, in quanto ciò può indicare infezione, emorragie o altre complicazioni. Sanguinamento vaginale anomalo è raro: meno dell’1% delle donne sperimentano questa complicazione dopo un aborto. Se invece si verificano emorragie vaginali anormali, contattare immediatamente il medico o visitare il pronto soccorso più vicino.

Lasso di tempo

È normale sperimentare qualche sanguinamento vaginale per circa due settimane dopo un aborto. Si può verificare sanguinamento leggero nei primi giorni, per i prossimi giorni, è comune avere emorragie e crampi più pesanti. L’emorragia vaginale anormale può essere il risultato dei muscoli uterini non contratti o vasi sanguigni che non restringono per fermare l’emorragia . Inoltre, i coaguli di sangue possono svilupparsi all’interno dell’utero dopo la procedura. In casi molto rari, l’utero può essere stato perforato da uno strumento chirurgico, o la cervice può essere stata lacerata.

Coaguli di sangue

È normale passare i coaguli di sangue mentre si guarisce da un aborto. La dimensione dei coaguli può variare dalle dimensioni di un ghiacciaio fino ai grumi più grandi, di dimensioni dell’uovo. Il passaggio di grossi coaguli di palline da golf per un periodo di due ore o più non è normale: se l’utero non si contrae e passa tutto il tessuto come normalmente durante un aborto, l’apertura della cervice può diventare bloccata, che impedirà il sangue Da lasciare l’utero. Ciò può causare l’ingrossamento dell’utero e causare dolori gravi.

Heavy Sanguinamento

Il sanguinamento vaginale pesante è un segno che qualcosa può essere sbagliato. I medici definiscono sanguinamento vaginale pesante come saturi più di due spessori massimi nel corso di un’ora per due ore o sanguinamento pesante per un periodo di 12 ore o più. Se il sangue è rosso scuro invece di rosso più scuro dopo il primo giorno intero dopo la procedura, contattare il proprio medico.

considerazioni

Il sanguinamento vaginale post-aborto è più diffuso in aborti di farmaco che coinvolgono mifepristone e misoprostolo e una percentuale molto piccola di donne che subiscono un aborto di medicinali può avere bisogno di una trasfusione di sangue o di una aspirazione chirurgica per controllare il sanguinamento.

Prevenzione / Soluzione

Mentre non c’è niente che possa essere fatto per prevenire l’emorragia vaginale dopo un aborto, seguire le istruzioni del medico è fondamentale per una corretta guarigione. Questo include l’assunzione di antibiotici prescritti, non impegnarsi in esercizio per due settimane, non sollevare qualcosa di più pesante di 10 libbre. Durante il periodo di guarigione e non impegnarsi in attività vaginali sessuali per due settimane. Non utilizzare tamponi per due settimane dopo la procedura.